Pubblicato da il 6 Luglio 2018

Gli eurodeputati hanno respinto le proposte di modifica al primo Pacchetto Europeo proposto dalla Commissione Europea e approvate dalla Commissione Trasporti (Tran) dello stesso Parlamento Europeo. L’intero testo tornerà quindi in Commissione per trovare un nuovo compromesso, ma diverso da quello approvato lo scorso giugno, che aveva suscitato l’opposizione dei sindacati (sulle nuove regole sui tempi di guida e di riposo) e delle imprese dell’Est (sulle modifiche al distacco trans-nazionale degli autisti) e di quelle dell’Ovest (sui cambiamenti al cabotaggio stradale). I parlamentari hanno svolto tre votazioni: la prima sul distacco dei conducenti (286 a favore, 390 contrari e 9 astensioni), le seconda sui tempi di guida e di riposo (229 a favore, 422 contrari e 30 astensioni) e il terzo sul cabotaggio, sulle società fittizie e sulle pratiche illegali nei trasporti (103 a favore, 551 contrari e 29 astensioni). Ora, il passaggio del Pacchetto Mobilità in questa legislatura è a rischio, perché il Parlamento sarà sciolto il prossimo anno, quando a giugno si rieleggeranno i nuovi deputati. Ciò significa che la Commissione Trasporti dovrebbe trovare velocemente un nuovo compromesso.

Fonte: www.trasportoeuropa.it

Commenti

Commenta per primo.

Lascia un commento


Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.