Pubblicato da il 13 dicembre 2018

Dopo nove anni, un costo di 141 milioni di euro, un’inchiesta sulla società che lo avrebbe dovuto gestire e ininterrotte polemiche, il 1° gennaio 2019 il Sistri cesserà di esistere, pur non avendo mai funzionato. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri di oggi che ha incluso la sua soppressione nel Decreto Semplificazione approvato nella riunione odierna. La scomparsa del sistema di tracciamento telematico dei rifiuti era stata annunciata nelle scorse settimane dal ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, che lo aveva definito “uno dei più grandi sprechi” e riconoscendo che non era mai entrato in funzione.

Fonte: www.trasportoeuropa.it

Commenti

Commenta per primo.

Lascia un commento


Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.