Pubblicato da il 4 Ottobre 2017

Il Decreto del ministero dei Trasporti numero 434 del 20 settembre 2017 impone alle Prefetture una verifica istruttoria sulle reali esigenze per rilasciare deroghe ai divieti di circolazione festivi dei veicoli industriali.

Il nuovo Decreto ministeriale sui divieti di circolazione dei camion nasce dall’ordinanza 4462/2017 del Tar del Lazio, che ha accolto un ricorso dell’associazione dei consumatori Codacons contro l’originale Decreto relativo ai divieti e, in particolare, contro la possibilità concessa ai Prefetti di permettere eccezioni. Nell’ordinanza, il Tar riconosce la legittimità delle deroghe, a condizione che siano fornite agli organi locali competenti criteri per concederle precisi, uniformi e validi sull’intero territorio nazionale

Questo decreto serve proprio per ottemperare all’ordinanza del Tar Lazio e fornisce tre criteri che i Prefetti devono considerare quando valutano le richieste di deroga, attività che devono svolgere in modo “attento” e tenendo conto delle esigenze delle comunità locali e nazionali. La prima condizione è che la deroga serva per soddisfare immediatamente bisogni di primaria importanza delle comunità cui sono destinate le merci, oppure serva per svolgere attività pubbliche, di pubblico interesse o di utilità sociale.
La seconda condizione è che il trasporto non sia rinviabile dal giorno del divieto nell’ambito delle attività relative alla condizione precedente. In pratica sarebbe impossibile svolgere quel trasporto in giorni non soggetti al divieto. La terza condizione è che non vi siano situazioni di rischio connesse alle modalità del trasporto, al suo itinerario e alla tipologia di traffico in cui opera. Il decreto precisa che i Prefetti dovranno spiegare le motivazioni nel testo dell’autorizzazione.

Fonte: www.trasportoeuropa.it